Condizioni generali di vendita

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

1) Accettazione

Le seguenti condizioni di vendita si intendono accettate dal compratore, salvo espresso dissenso di quest’ultimo, da comunicarsi per iscritto
al venditore entro il termine di otto giorni dalla data di ricevimento della presente conferma. Il ricevimento della merce comporta in ogni caso
l’accettazione delle condizioni generali di vendita.

2) Termini di consegna

Nel caso di vendita franco deposito o franco fabbrica, all’approssimarsi dei termini indicati nella conferma d’ordine, il compratore e il venditore
concorderanno il giorno dell’effettivo ritiro e il venditore potrà risolvere il contratto qualora il termine convenuto non sia rispettato. Negli altri casi
i termini indicati nella presente conferma di vendita si intendono approssimativi e comunque subordinati alla reperibilità dei mezzi di trasporto.

3) Luoghi di consegna

Nelle vendite franco deposito, o franco fabbrica, il venditore si libera dall’obbligo della consegna e da ogni rischio, mettendo la merce a
disposizione del compratore o del suo spedizioniere o vettore nel luogo indicato nella presente conferma di vendita.
Negli altri casi il venditore si libera dall’obbligo della consegna e da ogni rischio mettendo la merce a disposizione dello spedizioniere o vettore.
Quindi le clausole franco destino o stazione di arrivo, disciplinano unicamente le spese di trasporto e il venditore non incorrerà nella responsabilità
dello spedizioniere-vettore per ritardi, avarie o perdite del carico.
Il venditore non provvederà ad assicurare la merce se non per espresso incarico del compratore addebitandogliene il costo.

4) Forza maggiore

In caso di forza maggiore il venditore potrà annullare l’ordine o ridurre il quantitativo di merce o a protrarre l’epoca di consegna o spedizione
senza che il compratore abbia diritto ad alcun risarcimento.
L’espressione forza maggiore è da intendersi in senso ampio e tale da comprendere qualsiasi evento che limiti o impedisca il normale andamento
della produzione o della distribuzione, per esempio: interruzione della fornitura da parte dei fornitori abituali, difficoltà di approvvigionamento,
agitazioni sindacali, fatti di terzi, guasti agli impianti, insorgere di particolari difficoltà di ordine tecnico, provvedimenti dell’autorità, ecc.

5) Prezzo

Il prezzo indicato nella conferma è al netto di ogni tassa o imposta consuetudinariamente o per legge a carico del compratore; esse saranno
addebitate al compratore al momento della fatturazione.
Le maggiorazioni di noli o tariffe, intervenute dopo il perfezionamento della presente vendita, saranno a carico del compratore. Qualora il prodotto
compravenduto abbia un prezzo imposto dall’autorità amministrativa, la fatturazione avverrà sulla base del prezzo vigente al momento della
effettiva consegna.

6) Pagamento

Il pagamento della fattura e delle note di addebito deve essere effettuato entro il termine stabilito nella presente conferma, presso la sede legale
o gli uffici amministrativi periferici del venditore, nonché presso le banche delegate dalla venditrice.
Il pagamento non potrà essere ritardato per nessuna ragione e quindi neanche in caso di controversia.
In caso di ritardato pagamento delle fatture, sarà dovuto alla venditrice l’interesse di mora pari al tasso di interesse praticato al momento da
primarie Banche italiane per finanziamenti a breve termine (Prime rate più oneri bancari e finanziari), con la maggiorazione di 2 punti.
L’interesse di mora sarà applicato per il periodo intercorrente dalla scadenza della fattura al pagamento effettivo del saldo.
In caso di mancato o ritardato pagamento di una fornitura il venditore avrà diritto di sospendere ogni altra consegna successiva o di ritenere
risolto il contratto per fatto e colpa, dell’acquirente salvo, comunque, il risarcimento del danno.

7) Reclami

Eventuali ammanchi di merce devono essere denunciati al momento della consegna, a pena di decadenza, e annotati nella bolla di consegna da
restituire al venditore, a pena di nullità.
Eventuali vizi della merce, per mancanza di qualità od altro, devono essere denunciati entro 8 giorni dalla consegna, a pena di decadenza, e per
iscritto, a pena di nullità.
In ogni caso, qualsiasi ammanco o vizio dovrà essere denunciato in modo circostanziato, a pena di nullità, in maniera da consentire al venditore
un pronto ed esauriente controllo.
In particolare nelle forniture di prodotto liquido, il compratore decadrà dal diritto di presentare reclamo per vizi o mancanza di qualità del prodotto
qualora:
a) abbia immesso il prodotto stesso nei propri serbatoi, cisterne o contenitori in genere, senza avere preventivamente posto il venditore in condizioni
di esaminare direttamente o far esaminare da un terzo incaricato dal venditore stesso, il prodotto medesimo prima della immissione;
b) nel caso di miscele o preparati ottenuti con il prodotto di cui alla presente conferma di vendita, non abbia parimenti posto il venditore in
condizione di esaminare direttamente o far esaminare da un terzo incaricato dal venditore stesso, il prodotto medesimo prima della miscelazione.

8) Imballaggi

Gli imballaggi di proprietà del venditore devono essere restituiti alle condizioni e ai recapiti indicati sul recto della presente conferma di vendita.
Il compratore è tenuto all’obbligo di custodire gli imballaggi con diligenza ai sensi degli artt. 1177 e 1768 c.c. Trascorso l’eventuale periodo di
franchigia, verrà addebitato il noleggio nella misura stabilita all’atto di perfezionamento della vendita.
Gli imballaggi di proprietà del cliente, inviatici per il riempimento, saranno individuati nelle note della bolletta di accompagnamento della merce.

9) Foro competente

Per qualsiasi controversia inerente alla vendita di cui alla presente conferma, è competente il Foro di Milano, qualunque sia la modalità di
pagamento convenuta.